• Gennaio 24, 2022, 10:53:24 am

Inserisci il nome utente, la password e la durata della sessione.

Menu







+- + Recenti

CERCO CANZONE da ILENIA LORENZI
Febbraio 03, 2020, 11:39:15 am

Qualche scheda per la Quaresima inviate da Sara da nadia fabri
Aprile 05, 2017, 11:34:59 am

Riceviamo da Silvia la sua esperienza di catechesi che volentieri diffondiamo su da Ilaria Santomassimo
Gennaio 11, 2017, 02:46:10 pm

Due incontri di catechismo per le scuole medie da Redazione Forum CATECHISTA 2.0
Novembre 04, 2016, 10:59:13 am

Riepilogo delle risposte al questionario da vincenzo riili
Novembre 03, 2016, 04:17:31 pm

NO ! NON RIESCO NE' A LEGGERE, NE' AD ASCOLTARE, NE' A SCARICARE IL MATERIALE ! da Redazione Forum CATECHISTA 2.0
Novembre 03, 2016, 04:12:32 pm

NON CAPISCO COME SI FA da Redazione Forum CATECHISTA 2.0
Ottobre 28, 2016, 03:10:25 pm

Felici e accoglienti: capiamo l'accoglienza da Ilaria Santomassimo
Ottobre 27, 2016, 11:38:37 pm

Primo incontro di conoscenza da Redazione Forum CATECHISTA 2.0
Ottobre 27, 2016, 11:34:47 pm

mondo manga da Emanuela Catalano
Settembre 18, 2016, 01:50:39 pm

Visualizza post

Questa sezione ti permette di visualizzare tutti i post inviati da questo utente. N.B: puoi vedere solo i post relativi alle aree dove hai l'accesso.


Topics - sergio

Pagine: [1]
1
Fonte: Avvenire del 2 dicembre


Una famiglia a tavola: il ragazzino incollato allo smartphone davanti al piatto fumante, la mamma irritata chiede al padre di intervenire, il padre risponde sornione «ok gli mando un sms...». È una vignetta che suscita l’inevitabile ilarità della platea, circa 200 educatori della diocesi di Ancona-Osimo – ma venuti anche dal resto delle Marche– su invito di don Carlo Carbonetti, direttore dell’Ufficio comunicazioni sociali, per ragionare di media education, partendo da uno slogan accattivante: «Si selfie chi può...?».«La vignetta è stata proposta da Lorenzo Lattanzi, presidente regionale Aiart, intervenuto portando anche la sua esperienza di maestro elementare. L’incontro – un’assemblea dei Portaparola –, realizzato in collaborazione con la Pastorale giovanile e l’Ufficio catechistico, si è appena svolto nell’aula magna di una delle maggiori scuole della provincia, l’Istituto Cambi Serrani di Falconara. Ospite Piercesare Rivoltella, massmediologo dell’Università Cattolica: «Questa scenetta – osserva lo studioso – propone una miniera di riflessioni, dell’equilibrio nella presenza genitoriale alle sfumature dell’intervento del padre. Di fronte ai comportamenti degli adolescenti il solo giudizio, spesso negativo, non basta. La correzione può anche assumere la forma dell’ironia, in un quadro di 'complicità verticale' in cui non si perde di vista l’autorevolezza dell’educatore». Due giorni pieni di spunti, quelli di Ancona, attivati dagli interventi, dal dibattito, dai laboratori. Ormai si è acquisita la consapevolezza che i nuovi media costituiscono un ambiente, che si può scegliere o meno di abitare. A partire da questo assunto Rivoltella ha spiegato le quattro variabili per affrontare la sfida: il tempo, lo spazio, le relazioni e i contenuti. Cambia la percezione del tempo nella rete, cambia la concezione dello spazio da abitare (si ha impressione che si vivano due vite, una virtuale una reale, ma l’ambiente è unico); si modificano le relazioni, con un delicato equilibrio da gestire fra quelle calde, dirette, e quelle fredde, mediate dallo strumento. E infine il complesso ragionamento su contenuti, messaggi e informazioni che si scambiano in questo nuovo ambiente. «E allora – spiega Paolo Petrucci, educatore e formatore – per un salto di qualità, occorre partire dalla conoscenza dei temi in gioco, dalla consapevolezza che i problemi educativi non possono essere affrontati sull’onda dell’emergenza, che la tecnologia diventa una spia della precarietà delle relazioni fra le persone, e non la causa dei problemi».Ampi consensi per l’iniziativa: secondo Alberto di Capua (Age) «è stata posta una pietra miliare nella realizzazione di un’efficace media education ecclesiale: i nostri ragazzi non cercano tanto Whatsapp e Facebook ma strumenti per essere in relazione continua. E questo è un valore da cogliere, non drammatizzare». A Falconara poi «non si è parlato di affrontare problemi, ma si sono spese energie per studiare strategie educative. Un salto di qualità». Gli educatori nei laboratori pomeridiani hanno potuto misurarsi con una simulazione su Facebook di un caso interfacciandosi con adolescenti opportunamente istruiti. Così don Tonino Lasconi, scrittore, parroco, assistente regionale Ucsi, da tempo promotore di modalità per rinnovare mediaticamente pastorale e catechesi, ha spiegato come utilizzare i media per rendere più realistici i nostri incontri, e far «salire sul pulpito la nostra vita».Nella celebrazione eucaristica l’arcivescovo di Ancona-Osimo, Edoardo Menichelli, ha invitato ad accogliere i nuovi media come un dono. «Il 'nuovo' – ha spiegato – genera sempre fatica e nello stesso tempo responsabilità, ma poi ci cambia. Anche l’educazione comporta fatica e responsabilità, e questi doni rappresentano strumenti nuovi che ci suggeriscono uno stile nuovo a servizio dell’annuncio».(Vincenzo Varagona)

2
Per la preparazione degli incontri con i genitori dei bambini della prima comunione, del post-comunione e dei ragazzi della catechesi della cresima, abbiamo aperto una sezione dedicata sul WIKI raggiungibile a questo indirizzo web: Raccolta Materiale sulla ideologia di genere

Come potrete vedere è una sezione in via di completamento man mano che raccogliamo il materiale da noi ritenuto utile per la preparazione degli incontri. Pensiamo che almeno il primo incontro di sensibilizzazione debba essere tenuto da un catechista e solo negli incontri successivi magari invitare, se possibile, un esterno appartenente a qualche "serio punto di riferimento" come Comitato articolo 26 oppure La Manif Tous Italia .

Al termine dell'incontro è utile scegliere del materiale da consegnare ai genitori ed in particolare i modelli di lettere da inviare ai dirigenti scolastici. Queste le trovi in fodo alla pagina WIKI oppure anche cliccando sui collegamenti seguenti:

http://www.catechistaduepuntozero.it/wiki/lib/exe/fetch.php?media=al-dirigente-scolastico-che-non-abbia-gia_-attivato-formazione-di-questo-genere-prevenzione.pdf

http://www.catechistaduepuntozero.it/wiki/lib/exe/fetch.php?media=lettera-al-dirigente-scolastico-che-abbia-gia_-attivato-formazione-di-questo-genere-difesa.pdf


3
Capire il Gender in meno di tre minuti





Il allegato i pdf sulla Ideologia di Genwere fonte: La biblioteca della Manif e lo Standard OMS per l'Educazione sessuale in Europa

4
Come già ti sarai reso conto il Forum è diviso in diverse CATEGORIE le quali hanno come unico scopo quello di raccogliere le SEZIONI in base a dei criteri generici.

Noi abbiamo scelto per ora TRE categorie in base alla mission del portale CATECHISTA 2.0 e cioè:

  • Argomenti di discussione (i quali a loro volta sono raccolti nella SEZIONE articoli tratti dalla stampa o dal web...)
  • Spazio per la condivisione di materiale, idee, sussidi... (per ora abbiamo inserito solo due SEZIONI, rispettivamente dedicate alla cresima ed alla comunione)
  • Tutto ciò che riguarda l'uso del Forum e tutto ciò che vorrai segnalarci come miglioramento oppure come richiesta di aiuto per il suo utilizzo.

5
Qualche termine da conoscere / Un primo alfabeto per orientarsi nei forum
« il: Novembre 28, 2014, 03:01:44 pm »
All'interno di un forum vengono spesso utilizzati anglicismi e forestierismi.
 - Ban (sospensione dell'account di un utente, ad esempio per violazioni perduranti delle regole, che può essere temporanea o definitiva), traducibile in "interdizione".
 - Bannare (punire un utente con il ban), traducibile in "bandire" o "interdire".
 - Cracker (il lato oscuro del fenomeno hacking), traducibile in "pirata informatico".
 - Cross-posting (inserire lo stesso messaggio in più sezioni dello stesso forum).
 - Emoticon (le faccine che compaiono nei messaggi per trasmettere l'umore dell'autore).
 - Flame (discussione troppo accesa che può degenerare in insulti e offese personali).
 - Flood (invio ripetuto di messaggi di solito inutili e fastidiosi).
 - Lurker o Leecher (l'utente che si limita a leggere i messaggi senza intervenire).
 - Lurkare (l'azione di leggere i messaggi senza intervenire nelle discussioni).
 - Netiquette (regole di buon comportamento), traducibile in "norme di comportamento" o "etichetta".
 - Nickname (il nome utente), traducibile in "alias", "soprannome", "pseudonimo", "nome utente".
 - Off-topic (indica un messaggio non pertinente all'argomento trattato in una determinata discussione, oppure una sezione per l'inserimento di messaggi non pertinenti ai temi trattati nel forum), spesso abbreviato in "OT" è traducibile in "fuori argomento", "fuori tema".
 - Policy, l'insieme di leggi e procedure che i partecipanti accettano di applicare.
 - PM (messaggio privato, sta per Private Message), traducibile in "MP" o "messaggio privato".
 - Post, traducibile in "messaggio".
 - Postare, traducibile in "pubblicare", "scrivere", un messaggio.
 - Quotare (rispondere citando), italianizzazione dell'inglese to quote (citare) ma usato spesso col significato italiano.
 - Reply, traducibile in "rispondere" o "replicare".
 - Spam (messaggio o messaggi di pubblicità indesiderata, anche non di carattere commerciale, come link a siti personali, pubblicato senza autorizzazione degli amministratori; oppure discussione tra due o più utenti di argomenti totalmente estranei al tema).
 - Spammare, detto di utenti che inseriscono spam.
 - Thread a volte abbreviato in "3d", traducibile in "discussione".
 - Topic (sinonimo di thread; più raramente argomento), traducibile in "discussione".
 - Troll (un individuo molestatore che discute sempre coi toni accesi in una logica di gioco a somma zero con il solo obiettivo di fomentare gli animi per creare un clima di intimidazione e sfiducia).
 - Warn (avvertimento imposto da chi ha i poteri nel forum, atto a segnalare violazioni del regolamento, in genere ha il suo indicatore di livello per ogni Utente posto sotto l'avatar), traducibile in "avvertimento".

Pagine: [1]

Ci sono ora collegati o-line:

2 Visitatori, 0 Utenti
Powered by EzPortal