Strumenti Utente

Strumenti Sito


Barra laterale

———

CATECHESI DELLA COMUNIONE
CATECHESI DELLA CRESIMA
DIFENDIAMO LA FAMIGLIA E I NOSTRI FIGLI
diari:appunti:oratorio_cento_giovanile_salesiani

Presso L'Oratorio Centro Giovanile Salesiani - Bari da un paio di anni stiamo seguendo il “Progetto Emmaus”, un percorso che risponde ai criteri e al modello del catecumenato e applicabile ristrutturando l'impostazione tradizionale del catechismo parrocchiale, senza più scadenze precostituite e soprattutto coinvolgendo le famiglie nello stesso cammino, celebrando i sacramenti unitariamente e fondando gli incontri sulla pagina biblica, pur senza dimenticare i catechismi della CEI.

Per quanto riguarda i sacramenti, però, siamo ancora lontani dalla realizzazione del modello. Come guide seguiamo quelle di A. Fontana e M. Cusino: “Catecumenato-il cammino per diventare cristiani.

Quest'anno ho ripreso il 1° corso, fanciulli di terza elementare e la guida che stiamo usando è vol- 1° “Incontrare Gesù” unitamente alle schede per i ragazzi e: ” Io sono con voi“ catechismo della CEI. La Parrocchia ha programmato La Prima comunione a aprile - maggio 2014. Quello che anima il nostro lavoro di catechisti-animatori è il “Sistema Preventivo di Don Bosco”.

Nel quartiere più popoloso e giovanile della città di Bari come il Libertà, quartiere “a rischio” per i giovani, scommettere su di essi ed offrire loro degli spazi educativi e dignitosi, non solo è una necessità ma è una risorsa perché i ragazzi e i giovani sono il futuro della società. L'Oratorio, con un lavoro educativo e quotidiano, permette di incrociare ed accogliere le storie di tanti ragazzi e giovani del quartiere attraverso il gioco spontaneo, lo sport, i gruppi di catechesi e di formazione, le attività. Investire nella prevenzione educativa è quanto mai proficuo. Infatti la prevenzione costa di meno della semplice repressione e rende di più del solo contenimento della devianza e del ricupero tardivo. Consente infatti alla maggioranza dei giovani di essere liberi dal peso delle esperienze negative, che mettono a repentaglio la salute fisica, la maturazione psicologica, lo sviluppo delle potenzialità, la felicità eterna. Consente pure loro di sprigionare le migliori energie, di approfittare al meglio dei percorsi più qualificati e solidi dell'educazione, di recuperarsi fin dai primi passi di fronte ad un eventuale cedimento. Don Bosco, nostro padre e fondatore, era convinto che il cuore dei giovani, di ogni giovane, è buono.

diari/appunti/oratorio_cento_giovanile_salesiani.txt · Ultima modifica: 2013/11/08 15:44 da sergio

Strumenti Pagina